Da qualche anno di grande successo è la coltivazione di aronia nel nostro paese.

Ma di cosa si tratta e soprattutto come coltivarla? Scopriamolo insieme.

La pianta di aronia

La pianta di aronia appartiene alla famiglia delle Rosaceae, sottofamiglia delle Maloideae; caducifoglia, originaria del nord America. Comprende circa nove specie, e la più diffusa è l’Aronia melanocarpa.

Presenta grandi foglie, di colore verde brillante, anche se in autunno prima di cadere, virano verso un bellissimo colore rosso – arancio; lanceolate, a margini leggermente dentati. I fiori sono bianchi/rosati e sono simili al biancospino.

I semi sono piccoli e scuri, mentre i frutti sono piccoli, e somigliano a quelli delle bacche, di colore verde chiaro, anche se le bacche a maturazione completa diventano blu scuro, somigliando a delle bacche di mirtillo.

frutti di bosco aronia
Coltivare aronia (Foto©Pixabay)

Coltivare aronia: quando e dove

La pianta di aronia può essere coltivata in giardino, oppure in terrazza, in un vaso. Il periodo giusto in cui piantare è la fine dell’inverno, in zone a clima mite la messa a dimora può avvenire anche in autunno.

Terreno

Il terreno perfetto per la aronia deve essere leggermente acido, fresco, fertile e ben drenato, anche se si adatta facilmente a tutti i tipi di terreno.

Esposizione

Per l’esposizione, invece, questa piantina va collocata in pieno sole, per la produzione dei frutti, invece, se la si vuole coltivare per scopo ornamentale, può essere messa a dimora anche in luoghi semi-ombreggiati. Non teme il freddo e l’inquinamento.

come coltivare l'aronia
Bacche aronia (Foto©Pixabay)

 Trapianto

Per il trapianto è bene utilizzare un terreno con compost maturo, o del letame, ottimi ammendanti di base che non dovrebbero essere buttati semplicemente in fondo alla buca. Questo avviene dopo due anni la prima coltivazione circa.

Irrigazione

Le annaffiature devono essere regolari, anche in base alla stagione, caldo, piogge, ecc., e vanno effettuate soprattutto alla ripresa vegetativa e nel periodo della maturazione dei frutti.

Concimazione

La pianta va concimata regolarmente, si possono usare concimi organici leggeri, e questi vanno utilizzati soprattutto a fine febbraio.

Fioritura

La fioritura avviene in primavera, essa produce fiori bianco-rosati, con cinque petali, simili a quelli del biancospino.

come coltivare l'aronia
Bacche aronia (Foto©Pixabay)

Raccolto

Il tempo della raccolta è in autunno, che coincide con il cambiamento del fogliame.

Come conservare aronia

Conservare l’aronia è facile, basterà rimuovere i piccioli ed i gambi dai frutti e lavare quest’ultimi. Bisognerà poi asciugarli con un tovagliolo di carta e metteteli in freezer (per privare la frutta del suo sapore aspro). Tolti dal freezer, mettere subito i frutti di aronia nei barattoli.

Potatura e cimatura

L’aronia va potata circa ogni tre anni, per consentire l’emissione di nuovi rami. Si recidono alla base i rami secchi e si sfoltiscono quelli interni per consentire l’arieggiamento e l’irraggiamento anche delle parti più interne.

come coltivare aronia
Aronia come si coltiva (Foto©Pixabay)

Moltiplicazione della pianta di aronia

La moltiplicazione dell’aronia può avvenire per seme, per talea, o per divisione dei cespi basali.

Malattie e parassiti

Essendo una pianta rustica, è resistente alle malattie fungine ed ai parassiti animali comuni, anche se talvolta è soggetta all’attacco da parte del colpo di fuoco batterico, la stessa malattia che devasta alcune piante da frutto.

Coltivare aronia in vaso

L’aronia può essere coltivata anche in vaso, ed è molto semplice coltivarla. Basterà procurarsi un vaso abbastanza grande, e riempirlo di terreno con un terriccio di buona qualità e ogni anno bisogna valutare se rabboccarlo e concimare con un po’ di stallatico.

Consociazioni

Le consociazioni perfette con l’aronia sono: le more, ribes, mirtilli e lamponi.

aronia pianta
Bacche di aronia (Foto©Pixabay)
polvere di aronia
Aronia coltivazione (Foto©Pixabay)

Proprietà e Benefici

Questi frutti sono consigliati in casi di iperglicemia, poiché ricchi di vitamine B 1, B 2, C, di fibre e flavonoidi.

Tossicità

Talvolta mangiare troppe bacche fa male, e queste ultime possono causare: secchezza delle fauci, diarrea, gonfiore intestinale.

 

Varietà di aronia

Ci sono vari tipi di aronia, tra i principali troviamo:

L’arbutilia brilliant, che possiede un fogliame verde scuro, che diventa rosso brillante in autunno, è formato da mazzi di fiori bianchi che sono seguiti da piccoli frutti commestibili rossi; infine troviamo l’aronia prunifolia, che è di origine russa, molto diffusa in Slovacchia e Germania; ha bacche rotonde e nere, dal caratteristico sapore agrodolce con retrogusto amarognolo e grandi foglie verdi.

 

7,20€
disponibile
12 new from 7,20€
as of 29 Febbraio 2024 10:40
11,50€
disponibile
4 new from 11,50€
as of 29 Febbraio 2024 10:40
7,20€
disponibile
4 new from 7,20€
as of 29 Febbraio 2024 10:40
7,20€
disponibile
4 new from 7,20€
as of 29 Febbraio 2024 10:40
7,20€
disponibile
4 new from 7,20€
as of 29 Febbraio 2024 10:40
Ultimo aggiornamento il 29 Febbraio 2024 10:40

Give a Comment

WordPress Lightbox Plugin